Skip to main content

La valutazione plicometrica o plicometria è una delle metodiche più precise per la valutazione della composizione corporea.
Essa risulta indispensabile ove un soggetto si presti alla pratica sportiva, al fine del calcolo della reale composizione corporea, del rapporto massa muscolare/massa adiposa.
L’obiettivo è di valutare le condizioni iniziali di un soggetto che richiede la consulenza di un Personal Trainer, e di stimare i progressi con regolarità, effettuando nuovamente la visita.
La plicometria si esegue esercitando una sorta di “pizzicotto” in sette pliche cutanee con il pollice e l’indice, per poi valutarne lo spessore tramite il plicometro, costituito da una sorta di pinza calibrata.
Tali misurazioni vengono poi elaborate attraverso calcoli matematici o semplicemente inserendo i dati in un software che si occuperà dell’elaborazione.

Le sette pliche cutanee sono:
– plica addominale
– plica pettorale
– plica del tricipite
– plica soprailiaca
– plica della coscia
– plica sub scapolare
– plica ascellare

La capacità del rilevatore e la qualità del plicometro sono fattori determinanti al fine di ridurre al minimo il margine di errore. Pertanto, l’utilizzo di plicometri di plastica da poche decine di euro, offrirebbero un risultato poco attendibile rispetto a plicometri di alta qualità, digitali o analogici, in acciaio, dotati di calibratore e pinze rivestite di nylon per evitare qualunque tipo di fastidio durante l’uso.

Altri metodi efficaci per rilevare la composizione corporea, sono l’impedenziometria e la pesata idrostatica.

L’impedenziometria si avvale dell’impedenziometro, strumento capace di far passare una micro corrente all’interno del corpo, impercettibile e non invasiva, misurandone poi l’impedenza, in altre parole la conducibilità elettrica.
Questo metodo tiene in considerazione che, nei distretti muscolari, essendo anche ricchi d’acqua, la conducibilità elettrica è maggiore rispetto ai tessuti adiposi.
A influenzare il risultato, rendendolo poco attendibile, potrebbero intervenire alcuni fattori come l’idratazione tissutale e la temperatura.
Qualora ci sottoponessimo ad analisi impedenziometrica, dovremmo sincerarci della professionalità dello strumento.
Avete bene in mente quelle bilance pesa persone da poche decine di Euro tanto pubblicizzate che vi promettono il calcolo del rapporto tra massa muscolare e massa adiposa? Inaffidabili!

E la pesata idrostatica?

Questa metodica è utilizzata esclusivamente in ambito di ricerca. Si avvale del principio di Archimede a seguito all’immersione completa di un soggetto in acqua. Oltre ad avere anch’essa ampi margini di errore dovuta dai residui gassosi polmonari, dai gas intestinali, dalla densità ossea, dal volume dell’acqua che può cambiare al variare della temperatura.
La plicometria, abbinata a un’accurata valutazione antropometrica, può essere considerata la metodica più attendibile a fronte di una maggiore semplicità di esecuzione.

Orari di apertura

Lunedì – Venerdì
8:30-21:00
Sabato 8:30 – 13:00

Dove siamo

Via Monsignor Domenico Orlando 14 95126 Catania CT

Contatti

+39 392 539 0033
info@fabioocchipinti.it

Apri chat
1
Richiedi informazioni
Ciao
Hai bisogno di aiuto? Inizia una chat ti saprò dare il giusto supporto che ti serve.